Un giorno di ordinaria filosofia

29 ottobre 2017, 9:08 del mattino

E’ piuttosto paradossale che mi venga voglia di lavorare proprio nel mio giorno libero, mentre vado a trovare Laura al piano più alto di uno degli edifici più anonimi che abbia mai visto. Non so perché sto prendendo appunti proprio oggi: per fare il giornalista serve un occhio terribilmente attento e una mente costantemente attiva, ma dato che non sono munito né dell’uno né dell’altra, segno tutto sul mio fedele taccuino.

Continua a leggere “Un giorno di ordinaria filosofia”

Annunci

Intervista a Tito Faraci

Tito Faraci è un noto sceneggiatore di fumetti, sia Disney che di varie case editrici, addirittura è stato uno dei primi italiani a sceneggiare una storia di supereroi Marvel, e ad oggi è probabilmente lo sceneggiatore italiano vivente più importante.

Ho avuto la fortuna di potergli fare un’intervista circa il suo lavoro, in esclusiva per voi lettori della Bohéme.

 

Come ti sei avvicinato al mondo del fumetto? Come lettore prima e poi come autore.

Continua a leggere “Intervista a Tito Faraci”

“L’uomo a volte ama disperatamente la sofferenza” da Memorie del sottosuolo di F. Dostoevskij

L’uomo del sottosuolo è un uomo che ama la sofferenza. È un uomo contemporaneamente masochista e sadico, che si compiace sia nell’avvilire se stesso, sia nel tormentare gli altri. Continua a leggere ““L’uomo a volte ama disperatamente la sofferenza” da Memorie del sottosuolo di F. Dostoevskij”

“Il PCI ai giovani” – Un Pasolini violentato

Chi era Pier Paolo Pasolini? Certamente ognuno di noi ha sentito riecheggiare questo nome più e più volte durante la sua vita, pur non avendolo mai studiato (e probabilmente non lo studieremo mai). Per quanto mi riguarda il mio incontro con Pasolini è stato prima quantomeno ostile, poi a lungo molto travagliato ed incerto, basato su fonti spesso fugaci e superficiali, fino a quando poche settimane fa sono incappato in un articolo di Wu Ming 1 (“La polizia contro Pasolini, Pasolini contro la polizia”, consultabile sul sito del periodico “Internazionale”) che mi ha indotto a fare una ricerca più approfondita su questo controverso personaggio. Mi spiego meglio raccontandovi brevemente gli eventi che mi hanno condotto lungo questa mia evoluzione.

Continua a leggere ““Il PCI ai giovani” – Un Pasolini violentato”

Animals

If you didn’t care what happened to me,
And I didn’t care for you,
We would zig zag our way through the boredom and pain
Occasionally glancing up through the rain.
Wondering which of the buggars to blame
And watching for pigs on the wing.

Gli anni 70 sono gli anni di una società multiforme, di un mondo che cambia volto. Sono gli anni del movimento, gli anni delle prese di posizione. Anni in cui si respirava aria di rivoluzione. Anni in cui la perdita di molte certezze lasciano spazio a una nuova consapevolezza, della ribellione contro le imposizioni e contro lo status quo.

Continua a leggere “Animals”

Sulla morte di Dario Fo

In questa pagina vogliamo raccogliere due riflessioni riguardo alla sparizione di una delle più grandi figure del 900 italiano. Esse sono diverse per contenuti, registro e linguaggio, così come sono diverse le età e i punti di vista degli autori, eppure quale modo migliore potremmo trovare per salutare una figura così poliedrica?

Continua a leggere “Sulla morte di Dario Fo”

Nick Drake: l’Arte a costo della vita

tumblr_lv64k7uUdz1qe0lqqo1_500

Ti è mai capitato di riflettere sull’essenza dell’Arte, di chiederti cosa faccia sì che un’opera sia considerata artistica e l’altra no? A me è successo, quasi per sbaglio, mentre andavo in bici, e mi sono trovato in difficoltà e affascinato allo stesso tempo. Alla fine della corsa avevo una soluzione: un’opera d’arte è una creazione umana che contiene parte dello spirito, che è infinito, del suo creatore. E più è grande la quantità di spirito, più grande è il valore dell’opera, perché lo spettatore, il terzo elemento del meraviglioso processo dell’arte, troverà un più profondo confronto con l’espressione di sé dell’altro individuo, l’artista. E da questo incontro l’uomo emerge toccato, cambiato, più cosciente di sé attraverso l’altro, più libero. Continua a leggere “Nick Drake: l’Arte a costo della vita”

Abelardo ed Eloisa

Questa è la storia d’un amore travolgente, passionale, spirituale, ma anche oscuro e sconvolgente, mutevole e disperso. È un amore che nasce nel 1116, in un pomeriggio piovoso, a Parigi, quando Eloisa, sedicenne estremamente colta e bellissima, viene presentata da suo zio Fulberto a Pietro Abelardo, il più grande intellettuale contemporaneo. Il dotto, quasi il triplo degli anni della ragazza, dovrebbe fare da precettore alla giovane, ma se ne innamora perdutamente, stregato dalle sue doti. Ebbro della fama di cui gode in quel momento e consapevole del proprio valore si butta nell’impresa della conquista. E ha successo. La passione li travolge e i due approfittano delle sempre più frequenti lezioni per abbandonarsi ad una spirale di erotismo e passione, sesso e affetto. Si lanciano alla scoperta dell’altro senza paracadute e senza possibilità di ritorno.

Continua a leggere “Abelardo ed Eloisa”

Robert Johnson: l’anima in musica

Robert johnson

Nel viaggio di oggi vorrei scendere nei meandri dove è nata la musica del 20° secolo. Vorrei analizzare e arrivare a conoscere uno dei personaggi più importanti tra quelli che hanno popolato queste caverne primordiali. L’uomo in questione è Robert Johnson e il suo merito è quello di essere stato il primo artista maledetto, il primo di quelli che hanno venduto l’anima al diavolo in cambio di un talento fuori dal comune.

Continua a leggere “Robert Johnson: l’anima in musica”